Telefono (dopo le 18.00)
350 5436460
Il logo di Nidovè?™ - nido in famiglia a Paese, Treviso

Il logo di Nidovè?™ – nido in famiglia a Paese, Treviso

 

Ecco come è nato a Treviso un nuovo nido in famiglia.

In questo post ti racconto come è nato il logo del mio nido in famiglia. Si chiama Nidovè?™ ed è l’unione della parola nido con la parola dov’è insieme al suo punto di domanda. Premetto che non è stato un parto facile (sto parlando del logo naturalmente). E dopo tutta la fatica fatta ho deciso, con l’aiuto di mio marito, di registrare il marchio, che quindi è protetto dalla legge. Solo io quindi posso utilizzare questo marchio che è il distintivo del mio nido in famiglia. A proposito, se vuoi sapere come fare a inventare un marchio e proteggerlo, scrivimi: posso aiutarti in questo.

Ma torniamo al mio logo e al processo creativo da cui è nato: possiamo distinguere tre fasi.

Nella prima fase ho coinvolto la mia famiglia: abbiamo provato tutti insieme ad immaginare come avremmo voluto chiamare il nido in famiglia. Nella seconda fase abbiamo chiesto al nostro grafico, la bravissima Fabiana Zanini di Orange design, di realizzare un logo. Nella terza fase abbiamo registrato il marchio presso la Camera di commercio di Treviso. Tutto questo si è svolto nell’arco di diverse settimane.

Vediamo come si sono svolte le tre fasi, ad una ad una, e quali sono stati i momenti più divertenti.

Fase numero uno: “family brainstorming” per la scelta del nome

Questa fase è stata in assoluto la più divertente. In un paio di dopocena ho chiesto alla mia famiglia (marito e 5 figli di età comprese tra i 5 e i 18 anni): come possiamo chiamare il nido in famiglia? Secondo la tecnica brainstorming tutti, anche il più piccolo, potevano dire la loro idea: nessuno doveva criticare (per non bloccare il processo di generazione delle idee: quella buona può venire dopo molti tentativi che sembrano mediocri). I nomi venivano scritti su un pezzo di giornale, per poi essere rivalutati nei giorni successivi.

Quali sono stati i nomi scartati, dopo essere entrati nella short list? Li ho classificati in rassicuranti, curiosi e sofisticati.

Rassicuranti:

Riccioli d’oro, Giorni belli.

Curiosi:

Coccole e caccole, La Pimpa.

Sofisticati:

Nido ergo sum, Niente di nuovo sul nido occidentale.

L’ultimo nome effettivamente era improponibile (ora lo posso dire!) ma quando l’ho sentito ho dovuto fare i complimenti a mio figlio che l’aveva inventato: davvero sofisticato. Alla fine però l’idea migliore è venuta a me: Nidovè™ con il punto di domanda, e questa abbiamo scelto.

Perché ho deciso di chiamare Nidovè?™ il mio nido in famiglia

Perché la parola “dov’è?” mi ha ricordato il gioco che facevo spesso con miei figli quando erano piccoli e domandavo “dov’è la mamma?”, nascondendo il viso tra le mani. Poi dopo un istante ricomparivo con un gran sorriso subito ricambiato. Così accade anche con i bimbi non miei che accolgo nel mio nido in famiglia a Treviso. E’ un modo con cui stabilisco subito un rapporto positivo. Nidovè?™ è quindi il nido in famiglia dove continua quel gioco mamma-bambino che tanto rassicura i nostri piccoli e li fa crescere sicuri di essere accolti e coccolati.

Fase due: l’ideazione grafica

In questa fase ho incontrato un grafico che ha ascoltato la mia storia e quello che volevo realizzare e mi ha proposto 3 possibili creazioni grafiche. Dopo averle discusse, anche insieme a mio marito, abbiamo scelto quella che vedete in alto: un nido stilizzato con due rondini, mamma e piccolo, che richiamano la figura del punto di domanda. La domanda Nidovè? richiama anche questa: dov’è il miglior nido in famiglia a Treviso? E’ qui, è Nidovè™, naturalmente!

Fase tre: la registrazione del marchio

Questa è la parte un po’ più burocratica, e infatti l’ho delegata a mio marito che ha fatto delle ricerche di anteriorità e poi ha depositato la domanda di registrazione presso la Camera di commercio di Treviso.

Concludo con una domanda che è anche un gioco di parole: ma dov’è Nidovè?™ Ed ecco la risposta: Nidovè?™nido in famiglia è a Paese, Treviso, in via Jan Palach 11.

Ines Foffani

 

Categories: Blog

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *